Torna alla pagina principale della sezione biografie
Biografia di Donatella Rettore
Cantante e autrice, Donatella Rettore nasce a Castelfranco Veneto (Treviso) l'8 luglio 1956, figlia dell'attrice di prosa Teresita Pisani e di un commerciante. Conseguito il diploma al liceo linguistico decide di trasferirsi a Roma per tentare la carriera di cantante, dopo alcune esperienze amatoriali: la più eclatante, a soli tre anni, al Caffè Florian di Piazza San Marco, a Venezia. Fisico procace unito a un carattere comunicativo e spiritoso, viene invitata nel 1973 da Lucio Dalla come supporter nel suo tour; nello stesso periodo conosce Claudio Rego, musicista nel gruppo sperimentale L'era dell'Acquario, con il quale inizia un lungo sodalizio artistico e sentimentale. Dopo un lungo tour con la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Donatella Rettore partecipa nel 1974, tra le nuove proposte al Festival di Sanremo, ma il brano scritto con Mario Pagano, intitolato Capelli sciolti passa inosservato, come pure il suo album d'esordio pubblicato nel 1975 che si chiamava ...Ogni giorno si cantano canzoni d'amore..., scritto ancora con Pagano, con testi intimisti e di denuncia sociale, comprese Ti ho preso con me, Anche se non lo sai e Stasera, ogni sera, firmate invece da Gino Paoli. Il 45 giri uscito nel 1976 dal titolo Lailolà, di Gimenez-Dardo-Rettore, cover di un brano spagnolo pubblicato con il nome di Donatella, vende trecentomila copie in Germania e rimane nelle classifiche europee per ben due anni, questa canzone è insomma il primo successo internazionale della cantante veneta. La Rettore torna a Sanremo nel 1977 con il brano Carmela (di Rego-Rettore), canzone politica ispirata alla rivoluzione spagnola, e nello stesso anno esce il suo nuovo album scritto a quattro mani con Claudio Rego, si intitola Donatella Rettore. In seguito trasforma la sua immagine, ispirandosi alle eroine sexy dei fumetti di fantascienza; ed ecco che nel 1979, bionda e magrissima, tra rock e ironia, interpreta Splendido splendente, canzone dal testo provocatorio, uno dei primi esempi di disco-music italiana e suo primo hit italiano. Questo 45 giri anticipa l'uscita, nello stesso anno, dell'album Brivido divino, long-playing che vince il premio rivelazione a Vota la Voce. Gli anni 80 la vedono affermata a livello europeo con otto album scanditi da numerosi successi. In Magnifico delirio, pubblicato nel 1980, canta la famosissima Kobra (di Rettore-Rego) e Benvenuto la quale viene censurata dai dirigenti RAI, perché troppo audace per la trasmissione della domenica pomeriggio a cui è destinata. Il genere è quello dell'oscenità “quasi innocente”, per usare le parole del critico Gianni Borgna, ma l'effetto è dirompente poiché il testo viene inserito in un contesto pop, inusuale per una cantante italiana. Nel 1981 esce l'album Estasi clamorosa che contiene la canzone Remember, scritta per lei da Elton John e Bernie Taupin, che vince il Festivalbar, mentre con l'altro singolo estratto intitolato Donatella è tra le prime a proporre in Italia il genere ska. L'album Kamikaze rock'n'roll suicide pubblicato nel 1982, che contiene l'hit-single Lamette, con l'immagine militaresca e i testi provocatori che sorprendono ancora il mercato, vende tre milioni di copie. Sempre nel 1982 esce Super-rock, la prima raccolta di Rettore, che contiene gli inediti M'è scoppiata la testa e la romantica This time (di R. Kerr-G. Osborne), tratto dalla colonna sonora della sua prova da attrice in Cicciabomba di Umberto Lenzi, con la svedese Anita Ekberg e l'attrice teatrale Paola Borboni. Io ho te, primo singolo dell'LP Far west, diventa il tormentone dell'estate del 1983; per la serata finale dell'estivo Festivalbar, Rettore sfoggia l'abito indossato da Claudia Cardinale nel film il Gattopardo. Questo suo ultimo album contiene un'altra canzone scritta per lei da Elton John, Sweetheart on Parade. Nel 1985 asce l'album Danceteria, nel quale canta storie di vita e d'amore, scalando le classifiche con i singoli Femme fatale e Stringimi più forte. Nel 1986 torna a Sanremo con la struggente Amore stella, un brano pop raffinato firmato da Maurizio Fabrizio e Guido Morra. L'anno seguente, con i capelli tinti di rosso, duetta a Saint Vincent con Giuni Russo nel brano Adrenalina. Con l'album Rettoressa pubblicato nel 1988, la cantautrice tenta un percorso più intimo e personale. Nello stesso anno indossa nuovamente i panni dell'attrice nel film di Klaus Kinski, Paganini, dove recita al fianco dello stesso Kinski, di Bernard Blier e del mimo francese Marcel Marceau. Gli anni 90 sono invece meno prolifici. Il CD Incantesimi notturni uscito nel 1994, contiene l'hit Di notte specialmente, che si classifica al decimo posto al Festival di Sanremo; la raccolta Concert (1996) viene presentata in anteprima al Salone della Musica di Torino, con gli inediti Lasciamo vivere gli abeti, coloriamo le suore e Fax, scritto con Elio & le Storie Tese. Artista poliedrica, nel 1991 si cimenta in teatro nel ruolo di una cantante misteriosamente assassinata in Omicidio a mezzanotte, in scena al Teatro Jacopone di Todi; nel 1993 conduce in radio un programma quotidiano trasmesso dal network CNR; scrive i brani Tamurè e Mocambo Strambo su musiche di Claudio Rego, cantati dalla soubrette Pamela Prati in sigle televisive; firma la colonna sonora del film Cattive ragazze di Marina Ripa Di Meana. Dopo un lungo tour tra Italia e Messico (1997), incide La mia radio con il gruppo ska piemontese degli Statuto, cover di On my radio dei Selecters, e un remix di Splendido splendente (1999). Ultimamente, nel 2002, alcuni artisti emergenti della nuovissima onda italiana, tra cui il romano Stefano Pais, XTO, Supersamantha, Andy dei Bluvertigo e il giovane cantautore Alessandro Orlando Graziano, uno degli ideatori del progetto, reinterpretano i brani di Donatella Rettore nell'album tributo Tutti pazzi per Rettore/ClonAzioni, prodotto dal portale di musica on line Vitaminic.
A metà tra pop vagamente kitsch
e sperimentazioni più coraggiose, ma anche autrice dei suoi testi e cantante di talento, Donatella Rettore è sicuramente un'icona della canzone italiana, un'artista di grande bravura.


Nonsolosuoni.it - WebRadio personale di Massimo Manoni | Autorizzazione S.I.A.E. n 90/I/159 | Licenza S.C.F. n 319/05
info@nonsolosuoni.it

Privacy Policy