RENATO ZERO - Trapezio (RCA, 1976)
Ormai etichettato come il Bowie italiano  – visto che anch'egli, come il cantante inglese, nelle sue performance lavora sul travestitismo –  il ventiseienne Zero, con questo suo terzo Long-Playing, mette a punto il suo progetto di canzone nata in vista dello spettacolo e quindi da arrangiare e da interpretare, anche su disco, con grande attenzione alla spettacolarità dei suoni e della voce. Nello stesso tempo, emerge la sua filosofia d'autore: eccentrico intreccio di trasgressione e di moralismo vagamente deamicisiano, denuncia sociale e etica dei buoni sentimenti, clownerie e accenti "strappacore". Nasce, intanto, l'esercito dei “sorcini”, ragazzi che considerano Renato un maestro.
I brani più rappresentativi di questo album sono: No, mamma, no!  – già proposta in una versione “dal vivo” all'interno dell'omonimo LP, il primo di Renato, uscito nel 1973 –  l'ingenua e romantica Inventi, Scegli adesso oppure mai..., Un uomo da bruciare e la divertente Madame.

Vai alla pagina principale di Nonsolosuoni Web Radio


Nonsolosuoni.it - WebRadio personale di Massimo Manoni | Autorizzazione S.I.A.E. n. 90/I/159 | Licenza S.C.F. n. 319/05
info@nonsolosuoni.it

Privacy Policy