Andiamo al 1985 per parlare di Sting e della sua hit "Russians".

(17 marzo 2021) Andiamo al 1985 per parlare di Sting e della sua hit "Russians", un brano che fu il quarto singolo estratto dall'album "The Dream Of The Blue Turtles", il primo LP solista del cantautore inglese. Si tratta di una canzone che ebbe un grande riscontro di pubblico, e il successo fu notevole anche in Italia, visto che l’artista la cantò come ospite speciale al Festival di Sanremo del 1986. E' senza dubbio un brano molto suggestivo con il quale Sting - calandosi perfettamente, anche con le sonorità, nel clima della guerra fredda tra Stati Uniti e Russia, ovvero l'allora Unione Sovietica -, senza schierarsi però con nessuna delle due parti invoca una politica di minore ostilità tra USA e URSS, ricordando che non ci sono guerre che possano essere vinte e che l'amore e il fare un passo avanti da entrambe le parti, dato che siamo tutti esseri umani indipendentemente dalle ideologie, è l'unica strada possibile per salvare il mondo da un'eventuale guerra nucleare, come appunto si temeva all'epoca.

LINK ALLA HOME PAGE DI RADIO NONSOLOSUONI

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Privacy Policy